La nuova sede adenium

Questa casa dei Conti Negri da Oleggio, un tempo parte di un convento di frati dediti all’ospedale Ca’ Granda, si trova affacciata sui giardini Camilla Cederna, in Largo Richini al N. 2 un tempo ancora Via S. Antonio. La Via infatti proseguiva fino alla chiesa di S. Nazaro in Brolo, ma durante i bombardamenti dell’ultima guerra le case furono completamente distrutte e le rovine giacciono tuttora sotto il bellissimo giardino. Nell’agosto del ‘43 un grosso incendio distrusse gran parte di questa casa e a testimonianza rimane solo un pezzetto di trave in legno custodito in un ufficio al piano terra. Nel ‘46 il Conte Vincenzo Negri da Oleggio (1887-1976), storico dell’arte, dopo un’attenta ricerca sulle vecchie mappe e progetti risalenti al ‘700 la ricostruì. Al piano primo, dove ancora sono rimaste alcune decorazioni alle pareti e ai tipici soffitti a cassettoni, custodì una collezione di circa 7500 volumi sulla storia politica, ecclesiastica, letteraria e culturale di Milano, frutto di un appassionato collezionismo durato tutta la sua vita, donata nel 1968 all’Istituto Toniolo di Studi Superiori, che a sua volta la affidò nel 1974 alla Biblioteca della sede di Milano dell’Università Cattolica, dove è tuttora conservata nella prestigiosa sala omonima.


Largo Richini 2 al primo piano
Tel. 0258312888
Metro linea 3, fermata Missori, uscita P.zza Velasca-Università


Tutti sappiamo che è stato un decennio duro. Ma nonostante la crisi economica e una situazione internazionale a dir poco sfavorevole, siamo riusciti a raggiungere e consolidare il nostro ruolo di piccolo operatore indipendente: un nucleo di persone, un nocciolo duro che ancora crede nell’organizzazione del viaggio come formula di ampliamento della propria conoscenza e del sapere, si parli di esperienze di gruppo o di programmi individuali gestiti liberamente e in formula privata.
Dopo dieci anni, è arrivata l’ora di ringraziare tutti coloro che hanno partecipato ai nostri tour e alle nostre iniziative, perché proprio loro hanno reso possibile questo risultato. E naturalmente speriamo che la loro fiducia possa... contagiare parenti e amici!
Un grazie molto sentito lo devo anche a tutto il nostro staff di collaboratori: a Paola, che mi sostiene in questa attività e si adopera per assecondare le esigenze dei viaggiatori; a Roberta, che ha tenuto i conti sempre in ordine; a Tata Spada, per la sua instancabile dedizione; a Silvana Demichelis, per l’irrefrenabile effervescenza; a Daniela Tarabra, che ha saputo trasmettere il suo amore per l’arte tanto in viaggio quanto durante le visite a Milano; a Luca Mozzati per l’importante contributo reso con i viaggi del suo “Immaginario libero”; a Monica Torri, per il ciclo di incontri dedicato alla Milano che cambia.